FAQ

[two_thirds]

Domande Generiche

[accordions mini=”true”] [accordion title=”Quali sono i familiari a carico?”]
Scarica il PDF
[divider_2]
Sono considerati familiari fiscalmente a carico i membri della famiglia che nell’anno di
riferimento hanno posseduto un reddito complessivo uguale o inferiore ad € 2.840,51 al
lordo degli oneri deducibili. ciao
Nel limite di reddito di 2.840,51 euro che il familiare deve possedere per essere considerato
fiscalmente a carico, devono essere computati anche se esenti:
1) il reddito d’impresa o di lavoro autonomo assoggettato ad imposta sostitutiva nel caso di
applicazione del regime agevolato previsto per i “contribuenti minimi” (di cui alla Legge
Finanziaria 2008, Art. 1, commi da 96 a 117);
2) il reddito dei fabbricati assoggettato alla cedolare secca sulle locazioni.
Possono essere considerati familiari a carico, anche se non conviventi con il contribuente o
residenti all’estero:
• il coniuge non legalmente ed effettivamente separato;
• i figli (compresi i figli naturali riconosciuti, adottivi, affidati o affiliati) indipendentemente
dal superamento di determinati limiti di età e dal fatto che siano o meno dediti agli studi o
al tirocinio gratuito; gli stessi pertanto ai fini dell’attribuzione della detrazione non
rientrano mai nella categoria “altri familiari”.
Possono essere considerati a carico anche altri familiari, a condizione che convivano con il
contribuente o che ricevano dallo stesso assegni alimentari non risultanti da provvedimenti
dell’Autorità giudiziaria (ad es. il coniuge legalmente ed effettivamente separato, i discendenti
dei figli, i genitori, il suocero e la suocera, i fratelli e le sorelle, i nonni e le nonne)
[/accordion]

[accordion title=”Quali sono le scadenze per il pagamento dell’IRPEF?”]
Scarica il PDF
[divider_2]
Le scadenze di pagamento dell’IRPEF prevedono il versamento del saldo e di 2 acconti.
Pagamento del saldo e del 1° acconto
La scadenza ordinaria è fissata al 16 giugno.
Il contribuente può però scegliere di versare entro il 16 Luglio, maggiorando l’importo della
percentuale fissa dello 0,40%.
Il contribuente può inoltre scegliere di suddividere il pagamento in più rate, secondo la
seguente tempistica, diversa per i titolari di Partita IVA ed i non titolari:

Pagamento con rateazione
Primo versamento il 16 Giugno

RATA Non titolari di Titolari di partita Iva Titolari di partita Iva
1 16 giugno 16 giugno
2 30 giugno 16 luglio
3 31 luglio 20 agosto
4 31 agosto 16 settembre
5 30 settembre 16 ottobre
6 31 ottobre 16 novembre
7 30 novembre

Pagamento con rateazione
Primo versamento il 16 Luglio

RATA Non titolari di Titolari di partita Iva Titolari di partita Iva
1 16 luglio 16 luglio
2 31 luglio 20 agosto
3 31 agosto 16 settembre
4 30 settembre 16 ottobre
5 31 ottobre 16 novembre
6 30 novembre

 

In caso di rateizzazione, iI contribuente può scegliere un numero di rate non superiore a
quello indicato (può ovviamente optare per un numero intermedio).
Sulle rate successive alla prima sono dovuti interessi al tasso del 4,00% annuo.
Pagamento del 2° acconto
La scadenza per tutti i contribuenti, indipendentemente dal possesso della Partita IVA, è
fissato al 30 Novembre.
Altre disposizioni
Se i giorni di scadenza cadono di sabato, domenica o altro giorno festivo, il termine è differito
automaticamente al primo giorno feriale successivo.
Scadenze anno 2012
Il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 06/06/2012 ha prorogato il termine di
versamento delle imposte risultanti dalla dichiarazione dei redditi con lo slittamento di tutti i
pagamenti delle imposte. Per effetto della proroga, il contribuente può scegliere di effettuare i
versamenti entro il 09/07/2012 (senza alcuna maggiorazione) oppure entro il 20/08/2012 (con
la maggiorazione dello 0,40%). Conseguentemente, per l’anno 2012 i termini di versamento
sono i seguenti:

Pagamento con rateazione
Primo versamento il 9 Luglio
RATA – Non titolari di Titolari di partita Iva – Titolari di partita Iva
1 – 9 luglio – 9 luglio
2 – 31 luglio – 16 luglio
3 – 31 agosto – 20 agosto
4 – 30 settembre – 16 settembre
5 – 31 ottobre – 16 ottobre
6 – 30 novembre – 16 novembre

Pagamento con rateazione
Primo versamento il 20 Agosto
RATA – Non titolari di Titolari di partita Iva – Titolari di partita Iva
1 – 20 agosto – 20 agosto
2 – 31 agosto – 16 settembre
3 – 30 settembre – 16 ottobre
4 – 31 ottobre – 16 novembre
5 – 30 novembre

[/accordion]
[/accordions]

[/two_thirds]

[one_third_last]

I nostri servizi

[/one_third_last]